Estrattore a freddo: come lo si può usare

0
277

Ecco una breve guida su come si usa un estrattore a freddo in modo divertente magari invitando gli amici per un drink in compagnia. Invece di utilizzare i succhi e i preparati che si trovano al supermercato con frutta e verdura di dubbia provenienza, è meglio usare prodotti freschi che vanno inseriti interi con al buccia con zero fatica direttamente nell’estrattore a freddo che funziona a bassi giri al minuto in modo da non scaldare i l succo e deteriorarne i nutrimenti contenuti.

Come preparare un Mimosa o un Bellini

Gli apertivi più noti del modo sono di certo il Mimosa e il Bellini che ora sono tornati molto in voga grazie alla moda del brunch domenicale, una via di mezzo tra colazione e pranzo perfetta per chi ha fatto tardi e si sveglia troppo a ridosso del pranzo per fare un classica colazione. Allo spumante per renderlo più leggero e bevile si aggiungere il succo di arance gialle ed ecco il Mimosa mentre le pesche per fare un Bellini classico. In base alla stagione, si mettono nell’estrattore di succo le arance intere, private della loro scorza che risulta esser troppo coriacea. Le pesce vanno tagliate a metà solo per poter togliere il nocciolo e l’aperitivo è servito.

Come preparare un Bloody Mary

Il segreto alla base di questo drink è il pomodoro che dà un colore rosso sangue, da qui il suo particolare nome. È sufficiente aggiungere nel tubo inserito dell’estrattore a freddo i pomodori, intesi senza nemmeno doverli tagliare. Per un tocco ancora più gustoso si consiglia di mettere anche un po’ di fronde del sedano, che ci va come guarnizione. Si completa con ghiaccio e vodka per un drink davvero molto gustoso che va provato almeno una volta.

Come preparare Cosmopolitan

Il Cosmopolitan è uno dei drink più amati in assoluto e si preparare con il succo di mirtilli e lime. Invece di dover comprare le bottigliette con il succo già pronto è sufficiente mettere nell’estrattore mirtilli e un po’ di lime ed ecco la base a cui aggiungere la vodka. Si tratta di un’idea in più su come si usa un estrattore a freddo in un modo un po’ diverso dal solito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here