Valencia: cosa vedere in 2 giorni

Valencia è una città spagnola che sorge sul Mar Mediterraneo. E’ una località capace di unire la tradizione del centro storico con l’innovazione dell’ultra-moderna città delle Arti e delle Scienze. Tra i tanti motivi per trascorrere almeno un paio di giorni in questa città citiamo le gustosissime specialità culinarie, i maestosi monumenti, le riposanti aree verdi e le rilassanti e meravigliose spiagge.

GIORNO 1

Si potrebbe dedicare il primo giorno per conoscere l’aspetto più moderno di Valencia e la sua architettura d’avanguardia, tra cui il Centro delle Arti e delle Scienze. Si tratta del nuovo simbolo della città, dell’immagine con cui molte persone ora la riconoscono in tutto il mondo. Una visita al complesso occupa praticamente un giorno intero in quanto comprende il Museo delle Scienze Príncipe Felipe, il cinema IMAX Hemisfèric e l’Oceanogràfic Sea Park. Inoltre, sarà anche possibile vedere il Palau de les Arts Reina Sofía da fuori e fare una passeggiata sopra l’affascinante L’Assut d’Or Bridge.

E’ consigliato iniziare la propria visita alle 10-11 di mattina E’ possibile trascorrere la mattina al Museo della Scienza, rimanendoci circa un paio di ore. Il Museo è interattivo: è possibile partecipare a numerosi esperimenti imparando la scienza divertendosi. Dopo questa visita, si potrebbe fermarsi per il pranzo: ristorante o panini, valutate in base al budget a vostra disposizione.

La prossima tappa è l’Hemisfèric, un cinema imponente a forma di occhio umano in cui la visione di un film diventa un’esperienza emozionante, grazie alle straordinarie immagini 3D e ad alta definizione.
Il resto del pomeriggio può essere speso alla scoperta del mondo sottomarino nell’Oceanogràfic Sea Park – uno dei più grandi complessi marini nel mondo, capace di offrire circa 50.000 esempi di 500 specie diverse. In poche ore si vedranno squali, delfini, trichechi e cavallucci marini, così come un paio di meno specie comuni come enormi beluga.

Ricordatevi che esiste un biglietto che fornisce l’ingresso combinato tutto il giorno per il Museo della Scienza Principe Felipe, il cinema IMAX Hemisfèric e il parco marino.

Questione cena: il clima di Valencia è l’ideale per passeggiare ed è bellissimo farlo di sera. Il posto migliore per farlo è il centro storico, dove c’è sempre un grande via vai e le strade sono pedonali. La zona intorno alla Plaza de la Virgen e Piazza del Municipio sono di solito molto vivaci e offre una vasta scelta di ristoranti per tutte le tasche dove è possibile cenare. Temperatura permettendo, si potrebbe anche cenare in uno dei numerosi ristoranti con terrazza. In questa zona si trovano anche esempi di architettura tradizionale della città, come la Cattedrale, la Basilica Desamparados e il Palazzo della Regione di Valencia. Dopo pranzo, se siete amanti della vita notturna, potreste recarvi in uno dei locali notturni del quartiere Barrio del Carmen, o semplicemente fare una passeggiata nei dintorni così da poter dare uno sguardo ai resti delle mura della città vecchia: la Quart e le Torri di Serrano sono entrambi illuminate di notte.

GIORNO 2

Si potrebbe dedicare il secondo giorno per la scoperta degli aspetti marittimi di Valencia. Al mattino, fare una visita alla Marina Reale, una vasta area del porto che è stata sviluppata quando la città ha ospitato la Coppa America, e dare un’occhiata al Veles e Vents. La cosa curiosa è che, passeggiando intorno al porto si cammina sopra il sorprendente circuito urbano che ha ospitato il Gran Premio di Formula 1.

Ci sono molti posti nelle vicinanze dove è possibile fermarsi per sorseggiare una bibita mentre si guarda il mare. E’ una buona idea farlo prima di proseguire verso il lungomare delle spiagge Arenas e Malvarrosa. In seguito, continuate la passeggiata fino al lungomare. Quello sarà il momento ideale per assaggiare una deliziosa paella di Valencia in uno dei numerosi ristoranti con terrazza sul mare che si trovano lungo la strada.

Dopo il pranzo, perché non sfruttare il pomeriggio per conoscere il quartiere storico di Valencia alla luce del giorno? Il centro è pieno di edifici in stile gotico come la Lonja de la Seda, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, il Palazzo del Governo Regionale di Valencia e la Cattedrale. Per quanto riguarda quest’ultima, assicuratevi di salire fino alla cima della Torre Miguelete per poter gustare una splendida vista panoramica di Valencia. Si raccomanda anche una visita della parte interna della Cattedrale.

Un buon percorso da seguire potrebbe essere quella di iniziare dalla stazione ferroviaria, vicino alla Plaza de Toros, per poi proseguire fino Marqués de Sotelo fino ad arrivare a Piazza del Municipio. Il Mercato della Seta e Mercato Centrale sono entrambi a poca distanza. Quindi, continuate su Piazza Tossal per poi prendere Caballeros Street. Questo porta alla pittoresca piazza Plaza de la Virgen, dove si trovano il Palazzo del Governo Regionale e la Cattedrale. Infine, la Torre Serranos Street Serranos , che fornisce il gateway per Serranos Bridge. Qui si estende la principale area verde della città: i Giardini del Turia.

Fatto ad un ritmo blando, questo itinerario vi offrirà un giro del quartiere storico di Valencia in appena due ore. Avrete anche il tempo di dare un’occhiata al Museo Nazionale della Ceramica. La facciata certamente merita una fotografia, mentre l’interno fornisce una panoramica della tradizione ceramica di Valencia.
Per completare la vostra due giorni a Valencia, perché non vi fermate a gustare una rinfrescante horchata in centro e, infine, non vi dedicate ad un po’ di shopping?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *