Investimenti: le Opzioni Binarie. Cosa sono queste sconosciute?

Il mondo degli investimenti vive da un po’ di tempo un mutamento radicale che ha visto cambiare pelle ai suoi strumenti. Il tutto è figlio delle nuove potenzialità della rete, che hanno contribuito a dare nuovo slancio al settore degli investimenti.

Da quando il trading online è diventato di pubblico dominio e investire è diventato più facile grazie all’uso diretto del web, nel vocabolario quotidiano sono entrato in modo prepotente parole un tempo sconosciute. Una delle più dibattute, tanto in termini positivi quanto negativi, è probabilmente ‘opzioni binarie‘.

Con questo termine si va a indicare uno strumento derivato che consente di operare, in modo immediato su tutti i principali mercati finanziari, basta solo scegliere un broker di opzioni binarie a cui affidarsi e si può iniziare a investire.  
Esistono numerose tipologie di opzioni binarie ma di base si tratta di strumenti che consentono di effettuare una previsione sull’andamento di un asset scelto. Che sia una materia prima, una valuta o una azione.

Il trader deve effettuare una previsione e stabilire se il prezzo di un dato bene finanziario (l’asset scelto) salirà o scenderà in un periodo di tempo prestabilito e scelto dal trader stesso al momento della sottoscrizione dell’opzione binaria.

Una previsione binaria perchè implica solo due possibilità: o il segno ‘più’ (il valore dell’asset salirà); o il segno ‘meno’ (il valore dell’asset scenderà). Nel casi di previsione corretta si passa all’incasso; nell’ipotesi opposta, si perde quanto si era investito.

Un investimento semplice, forse anche troppo, che per certi versi ricalca il mondo delle scommesse; per questa sua apparente semplicità, che attrae migliaia di utenti anche sprovveduti, le opzioni binarie sono state spesso criticate e additate come rischiose. E indubbiamente lo sono.

Il punto di partenza dal quale iniziare a muoversi dovrebbe essere la consapevolezze che, pur a fronte di questa apparente semplicità pubblicizzata, si tratta pur sempre di una forma di investimento. E che non tutti riescono a guadagnare. Anzi, come sempre in questi casi dovrò essere il banco a ricavare il massimo. E gli utenti che si portano a casa qualcosa sono una percentuale molto bassa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *