Erogazione di prestiti Inpdap: quali vantaggi offrono?

Ottenere un finanziamento agevolato oggi è davvero molto difficile a meno di non riuscire ad approfittare di un prestito inpdap. Se sei un lavoratore della pubblica amministrazione, infatti, puoi approfittare di un finanziamento agevolato erogato dall’Inps, un prodotto estremamente vantaggioso che permette di avere liquidità per le proprie spese in tempi davvero molto rapidi.

Come avrai notato abbiamo parlato, riferendoci a chi eroga direttamente i soldi, all’Inps. L’inpdap, infatti, è un ente che è stato soppresso nel 2015 e le cui funzioni sono passate all’Inps, ossia all’ente previdenziale, che ora si occupa, anche, di erogare questi finanziamenti agevolati. I prestiti inpdap hanno rappresentato per anni (e lo sono tutt’ora) una grande opportunità per accedere al credito a condizioni davvero molto convenienti.

Ma come funzionano, esattamente, e come possono essere richiesti? Per prima cosa va detto che i prestiti inpdap (o ex inpdap, che dir si voglia) possono essere richiesti per somme di denaro di bassa entità. L’erogazione di questi finanziamenti, infatti, è limitata al proprio reddito mensile. La rata di rimborso del prestito, infatti, non può essere superiore ad un quinto dello stipendio e il piano di ammortamento prevede un limite massimo di 10 anni.

Ma nonostante questa apparente limitazione, questi finanziamenti offrono talmente tanti vantaggi da non permettere confronto con quello che viene offerto dal mercato, perfino in un momento molto interessante come quello che stiamo vivendo. Il 2015, infatti, è stato caratterizzato da bassi tassi di interesse che ha portato molti istituti di credito ad erogare prestiti anche al 7%.

I prestiti inpdap, invece, sono erogati con continuità ad un tasso del 3,5% (a cui va aggiunto un ulteriore 0,5% a titolo di spese di amministrazione). Insomma quasi la metà rispetto alle migliori offerte sul mercato. Ma non è il solo aspetto economico a farla da padrone. Anche le modalità di erogazione del finanziamento sono molto interessanti.

Per poter ottenere un prestito inpdap è necessario presentare la domanda all’inps attraverso il modulo scaricabile online (puoi trovare maggiori informazioni qui: www.prestitisbp.com/prestiti-inpdap/538/) e allegando i documenti richiesti dall’ente previdenziale. Il tutto avviene in tempistiche molto rapide rendendo i prestiti inpdap una soluzione efficace anche per far fronte a spese urgenti e improvvise che si deve fronteggiare in tempi rapidi.

Come abbiamo detto questi prodotti sono riservati solo ed esclusivamente ai dipendenti della pubblica amministrazione e possono essere richiesti per finanziarie qualsiasi spesa o anche solo per liquidità. Un altro aspetto da prendere in considerazione è quello relativo alle modalità di erogazione che avviene direttamente sul conto corrente di accredito dello stipendio.

Proprio per questo non occorre fornire all’ente che eroga il finanziamento, tantissimi documenti. Per avere maggiori informazioni e per comprendere meglio l’importo massimo a cui si può accedere con i prestiti inpdap, si può chiedere informazioni direttamente presso gli uffici inps territoriali di propria competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *