Come vendere la propria auto in tempi rapidi

Annunci su annunci; e poi visite, appuntamenti andati a vuote e lunghe trattative da intavolare. È questo bene o male l’iter per chiunque abbia provato almeno una volta a vendere la propria vettura.

Si intende qui venderla privatamente, senza darla indietro a un concessionario. Ci vuole molta pazienza e anche una buona dose di fortuna.

Per questo ultimamente in rete si è diffuso un nuovo modello di business che si ripropone di dare una nuova veste al mercato della compravendita delle auto usate. Azienda nate da un insieme di fattori, quali la necessità di vendere in tempi rapidi, le lungaggini tecniche e burocratiche cui si faceva sopra riferimento, la crisi economica e la voglia di monetizzare in tempi stretti; la ricerca di una maggiore sicurezza nella trattativa.

Unendo tutti questi fattori è emerso quello che si sta rivelando come un vero e proprio boom: il fenomeno dei compro auto usate. Aziende che si occupano di fare da intermediarie tra il mercato e l’utente proponendosi per acquistare in prima persona la vettura.

Procediamo per gradi: l’utente che vuole vendere un’automobile evitando tutte le problematiche di cui sopra, deve connettersi alla rete sul portale di una di queste aziende. Qui potrà già ricevere un preventivo di massima per la propria vettura.
Si dovrà quindi recare sul posto per un appuntamento; una volta che l’auto sarà visionata da personale tecnico per valutarne lo stato effettivo, si riceverà una valutazione più esatta. Che corrisponderà poi all’offerta.

La tendenza è quella di ricevere offerte inferiori rispetto a quello che si potrebbe tentare di fare promuovendo la vendita in via privata, tramite annunci. A fronte di questo, si risparmia su perdite di tempo e giri da dover fare.

Perché nei fatti, se si accetta l’offerta si procede immediatamente, solitamente presso la sede della azienda stessa, ad espletare le pratiche burocratiche. E si riceve un pagamento immediato.

In sintesi, nel giro di poche ore si può avere una valutazione, più o meno congrua, firmare tutte le carte relative e ricevere il pagamento.

Sarebbe bene affidarsi a metodi sicuri per essere liquidati, soprattutto assegni circolari o contanti nei limiti stabiliti dalla legge. Accortezza non da poco per avere maggiori garanzie sul pagamento ricevuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *